skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

Servizio LA7 su Prato: il presidente Giusti chiede l’apertura di un tavolo di distretto

Convocare urgentemente un tavolo con tutti gli attori della vita sociale, economica e istituzionale della città per rispondere in modo unito e compatto al pessimo servizio televisivo di LA7 andato in onda giovedì sera nell’ambito della trasmissione Piazza Pulita, ma, più in generale, mettere mano a un problema e a una lacuna che il nostro territorio soffre da decenni: l’incapacità di comunicare in modo corretto la propria realtà. Questa la forte richiesta di Confartigianato Imprese Prato all’indomani delle forti polemiche che hanno fatto seguito al servizio di LA7. “Un servizio – spiega il presidente di Confartigianato Imprese Prato, Luca Giusti – che preferisce seguire la linea scandalistica per catturare qualche ascolto in più rispetto a quella della ricerca della verità. È innegabile che esistano purtroppo nel nostro distretto ancora situazioni di sfruttamento come quelle descritte, ma chiunque abbia l’onestà intellettuale di approfondire il discorso scoprirebbe che quelle situazioni sono casi marginali che occorre continuare a combattere come Prato sta facendo ormai da anni, come possono testimoniare i numeri. Oggi il nostro distretto vanta imprese che sono veri e propri fiori all’occhiello, con una crescita esponenziale negli ultimi anni delle certificazioni aziendali sia in ambito ambientale che per l’etica sul luogo di lavoro. È questa – prosegue Giusti – la realtà che dobbiamo, come attori del distretto, fare in modo che emerga e che venga raccontata quando una qualsiasi troupe giornalistica televisiva venga a scoprire come funziona il nostro sistema economico e sociale. E se dobbiamo chiedere onestà intellettuale ai giornalisti che vogliono raccontare la nostra realtà, compito nostro e ormai necessità inderogabile, è quella di presentarla nel modo migliore, mettendo da parte i personalismi per tracciare e seguire una strategia di comunicazione che coinvolga tutti e offra finalmente al Paese e al mondo un’immagine di Prato almeno consona alla realtà. Un territorio dove da sempre si lavora molto per creare sviluppo e ricchezza e che ormai da svariati anni lo fa non solo stando nelle regole, ma precorrendo spesso i tempi anche per quanto riguarda sia i metodi che le condizioni di lavoro.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top