skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |
La delegazione di Confartigianato (da sx Marco Pieragnoli, Paolo Nardi e Moreno Vignolini) con Raffaele Tiscar e Benedetta Squittieri

Riclassificazione scarti tessili, disponibilità di Tiscar su emendamento di Confartigianato

DELEGAZIONE DI CONFARTIGIANATO INCONTRA IL CAPO DI GABINETTO DEL MINISTERO AMBIENTE, RAFFAELE TISCAR
Riclassificazione scarti tessili, accolto l’emendamento di Confartigianato
Da rifiuto a sottoprodotto da riutilizzare: corsa contro il tempo per l’approvazione

Riclassificazione degli scarti tessili da rifiuto a sottoprodotto da riutilizzare reinserendolo nel ciclo produttivo. Questo il contenuto dell’emendamento su cui Confartigianato ha lavorato oltre un anno e sul quale oggi ha ottenuto assicurazioni di impegno da parte del capo di gabinetto del Ministero dell’ambiente, Raffaele Tiscar, incontrato in occasione dell’evento su “ Economia circolare: nuove sfide e prospettive al 2030” tenuto al Museo del Tessuto, grazie anche ai buoni uffici dell’assessore comunale Benedetta Squittieri e dell’onorevole Antonello Giacomelli.
La delegazione era composta dal vicepresidente di Confartigianato, Paolo Nardi, dal presidente della Federazione Moda regionale, Moreno Vignolini e dal vicesegretario dell’associazione, Marco Pieragnoli,. “Abbiamo consegnato a Tiscar l’emendamento al decreto ministeriale 264/16, frutto di oltre un anno di lavoro, per la riclassificazione degli scarti tessili di lavorazione – spiega Vignolini – e ci ha fatto grande piacere constatare che lui lo conosceva già in modo approfondito. Ci ha garantito la sua massima disponibilità a promuoverlo nei prossimi giorni, sperando in una rapida approvazione visti i tempi ormai stretti che ci separano dalle prossime elezioni”.
“A livello teorico l’emendamento potrebbe seguire una procedura semplificata – sottolinea Pieragnoli – e sarebbe quindi possibile un’approvazione in tempi utili. Teniamo conto che tale emendamento avrebbe un doppio e fondamentale beneficio: da un lato toglierebbe dal mercato dei rifiuti svariate tonnellate di scarti che potrebbero al tempo stesso rientrare nel processo produttivo come materia prima da riciclare”.
Continua dunque l’impegno di Confartigianato Imprese Prato su questo fronte particolarmente caldo: giovedì sera, 22 febbraio, è infatti previsto l’incontro sul tema della deassimilazione degli scarti tessili presso l’auditorium dell’associazione in viale Montegrappa 138, tra gli imprenditori tessili di Confartigianato, i sindaci della provincia, il presidente di Programma Ambiente Roberto Pagliocca, del vicepresidente della II commissione sviluppo economico della Regione Toscana, Ilaria Bugetti e i rappresentanti delle imprese di raccolta e smaltimento del territorio. Ha confermato la propria presenza l’assessore regionale all’ambiente, Federica Fratoni.

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top