skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

Scarti tessili: Programma Ambiente aumenta le tariffe. Confartigianato disdice la convenzione

ULTERIORE AUMENTO DELLE TARIFFE DI SMALTIMENTO DEGLI SCARTI TESSILI DA PARTE DI PROGRAMMA AMBIENTE
Confartigianato: “Riteniamo decaduta la convenzione e invitiamo le aziende associate a disdettare il servizio rivolgendosi a noi, che lo faremo gratuitamente”

“A fronte dell’ultimo aumento unilaterale da parte di Programma Ambiente relativamente alle tariffe per la raccolta e lo smaltimento degli scarti tessili di lavorazione, come Confartigianato Imprese Prato riteniamo decaduta la convenzione firmata a suo tempo con la stessa Programma Ambiente e invitiamo a loro volta i nostri associati suoi clienti a disdettare il servizio. Come associazione siamo a disposizione delle aziende socie per inviare gratuitamente tali disdette”. Questa la posizione estremamente chiara e ferma di Confartigianato Imprese Prato alla comunicazione dell’ennesimo aumento delle tariffe di smaltimento deciso unilateralmente da Programma Ambiente portandole da 220 a 270 euro la tonnellata, mentre la tariffa iniziale fissata a gennaio 2017 era di 170 euro la tonnellata. “Riteniamo non abbia più senso tenere in vita una convenzione che prevede uno sconto per i soci Confartigianato quando unilateralmente l’azienda decide aumenti così consistenti a carico di imprese già in gravi difficoltà per la situazione ormai tristemente nota circa la raccolta e lo smaltimento degli scarti tessili. Aumentare senza limiti le tariffe non può rappresentare l’unica risposta per una soluzione di un problema che sta mettendo in ginocchio il settore tessile del nostro distretto”.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top