skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

2° Edizione Premio Margherita Bandini Datini

IMPRESE FEMMINILI A PRATO IN CONTROTENDENZA: “LE DONNE ESPULSE DAL LAVORO DIPENDENTE TROVANO IL CORAGGIO DI AVVIARE ATTIVITA’ PROPRIE”

È stata idealmente Margherita Bandini Datini a premiare le 10 imprenditrici vincitrici del riconoscimento
intitolato proprio alla moglie di Francesco Datini, un esempio di donna che seppe conciliare con grande
efficacia tanti ruoli diversi ruoli diventando oggi un esempio per il mondo femminile. Si è tenuta presso la
Camera di commercio la cerimonia di premiazione di questa iniziativa giunta alla seconda edizione
organizzata dai comitati femminili della quattro associazioni facenti capo a Rete Imprese (Confartigianato,
Confcommercio, Confesercenti e Cna) alle quali si aggiunge quest’anno la collaborazione del Comitato per
l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio. Si rinnova inoltre il patrocinio della Camera di
commercio stessa, del Comune e della Provincia di Prato.
“Non si tratta di un’autocelebrazione – spiega Sabrina Nesti, presidente di Terziario Donna di
Confcommercio – ma di uno stimolo e di un sostegno alle aziende femminili perché si realizzino le condizioni
ottimali per favorirle. Il nostro obiettivo è quello di arrivare a una situazione per cui i nostri stessi comitati
non abbiano più motivo di esistere, avendo raggiunto quanto ci proponiamo”.
“Margherita Bandini Datini è una figura che rispecchia al meglio le nostre imprenditrici – dice Veronica
Scopelliti, presidente del Cif e di Impresa Donna di Confesercenti -che vengono premiate per essersi
distinte nella loro capacità imprenditoriale in un momento di grande difficoltà per il territorio”.
Un territorio che tuttavia fa segnare un risultato positivo in controtendenza: nella provincia di Prato le
aziende con maggioranza societaria femminile sono cresciute del 2,1% nel 2013 rispetto all’anno precedente
mentre in Toscana sono calate dello 0,3 e in Italia dello 0,9%.
“In questo momento – spiega Cristina Pacini, presidente di Donne Impresa Confartigianato – molte donne
che trovano difficoltà a trovare lavoro scommettono sulle loro capacità e con coraggio creano un’attività
propria. I dati mostrano inoltre che crescere sono le aziende più strutturate, quindi vengono premiate le
unioni tra donne imprenditrici e anche con uomini dove rimane maggioritaria la componente femminile”.
“Le donne hanno qualcosa in più per le caratteristiche che sono loro proprie – dice Maria Coppola,
vicepresidente Cna – come ad esempio la capacità di fare bene tante cose nello stesso momento o la loro
disabitudine al potere che diventa un vantaggio in termini di approccio disincantato, onesto e trasparente col
lavoro”.

“Fare impresa oggi presuppone coraggio – dice l’assessore comunale alle pari opportunità, Rita Pieri – ma
per le donne ancora di più perché per loro è ancora più difficile. Quella dell’8 marzo è una ricorrenza
importante per ricordare che tutti, donne e uomini, devono impegnarsi perché per tutte le persone
sussistano le medesime opportunità di realizzazione nella vita e nel lavoro”.

L’iniziativa avrà una valenza sociale, a sottolineare l’impegno delle donne su questo fronte, con un’offerta
libera che sarà devoluta all’Emporio della Solidarietà di Prato.

Queste le imprenditrici premiate:

  • Bernardetta Pezzolo ‐ Gastronomia Tempestini.
  • Clarissa Pozzarini e Gigliola Logli ‐ Ristorante Logli.
  • Veronica Fiesoli e Francesca Bettarini ‐ Fuori Squadra.
  • Sonia Staccioli e Loretta Oltremari ‐ Scuola Oltremari Loretta.
  • Mara Verbigrazia ‐ Marver’s.
  • Barbara Fiaschi e Simona Cantini ‐ Libreria Equilibri.
  • Ina e Francesca Calandra ‐ Le Calandre.
  • Irene Padovani ‐ Panificio Vannini.
  • Fabia Romagnoli ‐ Mariplast.
  • Francesca Fani ‐ Pafasystem.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top