skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

“Prato è più viva che mai” : Belli risponde a Davi

Il Presidente di Confartigianato Imprese Prato, Andrea Belli interviene sulla querelle che ha visto protagonisti Klaus Davi e numerosi esponenti di Confindustria.

Davi ha criticato aspramente quello che è stato fatto a Prato in termini comunicativi e che ha definito Prato «esempio da non seguire nel campo della comunicazione». Belli risponde vivacemente a tali critiche «PRATO è più che mai viva, con 1300 aziende pronte a cavalcare la ripresa. E se negli anni passati il distretto ha vissuto momenti difficili non è certo a causa dei convegni e dei forum che ha organizzato. A mettere in ginocchio il distretto non è stata certo una cattiva strategia comunicativa, ma la delocalizzazione selvaggia, l’importazione senza regole di tessuti da altri Paesi, spesso prodotti con sostanze nocive e una fitta serie di normative che ostacolano gli imprenditori ma alle quali sono comunque riusciti ad adeguarsi».

Belli ringrazia Davi, «perché ci dà l’occasione di ribadire la forza di Prato, che esce dalla crisi di questi anni ancora forte e più che mai viva. Per troppo tempo si è parlato di Prato solo per l’immigrazione cinese. Bisogna informare Davi e tutti gli altri che a Prato ci sono anche molti pratesi e che l’industria tessile di questo distretto ha ancora la forza e la capacità di porsi come punto di riferimento nel mondo di questo settore. Del resto, usciamo dalla crisi non certo in condizioni peggiori di altri distretti nobili e da sempre più comunicativi, Biella in testa».

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top