skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

DECRETO COVID-19: Principali provvedimenti finanziari a favore delle imprese e istruzioni per l’uso.

ll decreto legge n. 18/2020 CURA ITALIA ha previsto, all’articolo 56, la possibilità per le imprese in relazione allo stato di emergenza straordinaria e di grave turbamento dell’economia di avvalersi, previa comunicazione, della possibilità di attivare delle misure che sono da ritenersi integrative o alternative rispetto a quanto previsto dalla moratoria ABI e sono relativi ai finanziamenti aziendali.
Ecco le principali:

  1. PER MUTUI E ALTRI FINANZIAMENTI A RIMBORSO RATEALE, (compreso leasing e cambiali agrarie)  è previsto la sospensione totale del pagamento delle rate e degli oneri accessori fino al 30/09/2020 senza formalità e costi aggiuntivi.
  2. PER I FINANZIAMENTI NON RATEALI SCADENTI PRIMA DEL 30/09  è prevista una proroga a tale data senza oneri e formalità. Riguarda affidamenti ad esempio formule quali lo di scoperto di c/c, le linee autoliquidanti temporanee (generalmente garantite da confidi);
    Come fare per attivare la sospensione o la proroga -> Occorre inviare una richiesta di accesso alla banca corredata di una semplice autocertificazione redatta ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. 445/2000 con la quale l’impresa dichiara di aver subito temporanee carenze di liquidità come conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19
  3. DIVIETO DI REVOCA AFFIDAMENTI: Gli istituti bancari non potranno revocare gli affidamenti esistenti al 29 febbraio 2020 anche nella parte non utilizzata fino al 30/09/2020
    ATTENZIONE: la possibilità di accesso a queste misure è possibile solo per esposizioni non deteriorate. Per posizioni non deteriorate si intendono sconfinamenti o ritardi non superiori a 90 giorni.
  4. SOSPENSIONE DEI MUTUI PRIMA CASA : E’ applicabile anche dai lavoratori autonomi e professionisti che, a seguito dell’emergenza COVID-19, autocertificano un calo del fatturato del 33%. La richiesta non è soggetta alla presentazione dell’indicatore ISEE.
  5. MODIFICHE TEMPORANEE ALLE MODALITÀ DI ACCESSO AL FONDO CENTRALE DI GARANZIA. Le novità introdotte consentiranno un più facile accesso alle imprese, la possibilità di rinegoziare i propri finanziamenti ottenendo ulteriore liquidità ed una riduzione dei costi delle garanzia.

Al momento più o meno tutti gli istituti di credito si stanno muovendo per promuovere la moratoria ed offrire soluzioni per sopperire alla mancanza di liquidità delle imprese, Il nostro ufficio credito è a disposizione per informazioni e per valutare la soluzione più indicata per il momento.

Per maggio informazioni :
Sara Mannelli 0574656275
Rossella Nenciarini 0574656211
Oppure al 3924256720.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top