skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

Contributo Innovazione Aziendale Ebret: opportunità per tutte le imprese artigiane

Il contributo Innovazione Aziendale Ebret è rivolto a tutte le imprese artigiane con dipendenti che risultano in regola con il versamento del contributo Ebret (cod.EBNA in F24)
La prestazione viene erogata per tutte quelle azioni, verificabili e documentate, intraprese per l’innovazione del prodotto, del processo produttivo o del servizio strettamente relativo all’attività aziendale, al fine di accrescerne la qualità e la competitività.

Sono ammissibili:

– l’acquisto di macchinari, strumenti e brevetti; non è compreso l’acquisto di autovetture, furgoni, autocarri o simili (con la sola esclusione delle aziende del settore autotrasporto), mentre è compreso il relativo allestimento tecnologico, gli interventi di impiantistica solo se strettamente collegati agli investimenti (es. escluso il mero rifacimento dell’impianto elettrico);
– costi relativi all’aggiornamento del DVR;
– le consulenze finalizzate all’innovazione tecnologica realizzate da Enti pubblici di Ricerca, da Enti privati accreditati presso il Ministero competente ovvero da professionisti iscritti ad albi e/o ordini professionali;
-l’acquisto di beni informatici hardware (con l’esclusione di telefoni cellulari, smartphone, tv e simili) e software e le consulenze, se finalizzati all’informatizzazione dei processi produttivi ovvero all’attivazione di soluzioni per il commercio elettronico;
– l’acquisto di consulenze e/o asseverazioni relative al piano nazionale “Industria 4.0”;
– l’acquisto di spazi espositivi in fiere, le consulenze nella gestione di contratti internazionali;
– la realizzazione o il restyling di siti internet.
– le consulenze finalizzate alla realizzazione di ricerche di mercato ed alle ricerche mirate di clienti su specifici mercati nazionali e/o internazionali ed alla realizzazione di campagne di digital marketing;
– le spese per l’ottenimento della certificazione di qualità o di altre certificazioni simili internazionalmente riconosciute, per l’azienda nel suo complesso, per un reparto dell’azienda e/o per un prodotto. Il certificato deve essere datato 2022.

Possono essere oggetto del contributo esclusivamente fatture e contratti di leasing finanziario con data 2022.
La prestazione è destinata solo ad aziende esistenti; sono escluse le spese di avvio attività.
Contributo del 15% dei costi sostenuti fino ad un massimo di euro 3.000 (tremila).
Le imprese che hanno beneficiato dell’intervento non potranno presentare ulteriore richiesta riguardante spese sostenute nei successivi 24 mesi, a far data dall’ultima fattura su cui è stato dato il contributo di innovazione aziendale.

Per maggiori informazioni e per l’invio della richiesta di contributo contattare l’Ufficio Credito di Maliseti ai seguenti recapiti:

– Sara Mannelli 0574/656275 s.mannelli@prato.confartigianato.it

– Arianna Gherardeschi 0574/656212 a.gherardeschi@prato.confartigianato.it

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top