skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

Caso GKN. Giusti: “Gravi conseguenze economiche e sociali. Da rivalutare l’importanza delle piccole imprese”

Il presidente di Confartigianato Imprese Prato Luca Giusti interviene sul caso GKN, la multinazionale con stabilimento a Campi Bisenzio (Fi) che ha comunicato ai suoi 422 dipendenti via posta elettronica il licenziamento e la chiusura delle attività.

“Una situazione gravissima, gestita dai vertici aziendali senza senso di responsabilità verso la comunità locale e che avrà pesanti ripercussioni economiche e sociali”. È un intervento senza mezzi termini quello del presidente di Confartigianato Imprese Prato sulla vicenda GKN. “Oltre alla difficile situazione che vivono i lavoratori di GKN e le loro famiglie a cui esprimiamo la nostra vicinanza – continua Giusti – vi è preoccupazione per le piccole e medie imprese dell’indotto che si trovano improvvisamente senza un importante committente”.
“La Regione e le altre istituzioni hanno politiche favoriscono gli investimenti delle grandi imprese ma in realtà il tessuto economico della nostra Regione si fonda sulle piccole e medie imprese – dice il presidente – Occorre sostenere in modo adeguato chi davvero lavora e produce, le tante piccole imprese che sono in difficoltà per la crisi e vogliono ripartire. Il caso di GKN porta a riflettere sull’importanza delle piccole aziende, dove i posti di lavoro si perdono di meno e più vicine ai dipendenti e al contesto economico e sociale in cui svolgono le loro attività. Per questo vanno sostenute in percorsi di sviluppo e riorganizzazione”.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top