skip to Main Content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |
Stefano Crestini, vicepresidente Confartigianato Imprese Prato e presidente degli Edili

Emergenza inerti: individuata una soluzione immediata per le imprese edili

Una soluzione immediata per le imprese edili in attesa di quella definitiva che avrà tuttavia tempi più lunghi.  Dopo l’allarme seguito alla chiusura della discarica del Calice per gli inerti da ristrutturazione e costruzione,  con la segnalazione data da Confartigianato Imprese Prato, il presidente degli Edili, Stefano Crestini, è stato tempestivamente ricevuto in Comune per risolvere la questione. Una prima soluzione per ovviare allo stato di emergenza nell’immediato arriverà dagli impianti di un’azienda privata che d’ora in poi accoglierà gli inerti di tutte le aziende del territorio. «Siamo andati dall’assessore con proposte concrete per superare il momento di emergenza – dice Crestini – Abbiamo chiesto al Comune di farsi portavoce del problema davanti alla Regione chiedendo una deroga ai quantitativi che possono accogliere le discariche attive tutt’ora. La soluzione però deve essere a lungo termine perché non si può continuare a essere in balia di variabili in grado di bloccare il sistema da un giorno all’altro».
A lungo termine c’è la soluzione individuata dal Comune nei terreni di Prato ovest, ma per arrivare alla fine del procedimento di affidamento della nuova area di stoccaggio serve ancora tempo. «La richiesta è riservare una parte di questa nuova discarica di Prato ovest alle imprese del territorio – chiosa Crestini -altrimenti per i nostri artigiani non ci saranno mai soluzioni definitive e saranno sempre in balia degli eventi».

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top